Jessica Fletcher: tutti i segreti della Signora in Giallo !

La Signora in Giallo, Jessica Fletcher, alias Angela Lansbury.

Regina di delitti, di libri diventati top-seller e protagonista di divertentissimi meme che circolano sul web e che la tacciano come portasfiga universale. La quantità di omicidi scovati e risolti dalla brillante sciura di provincia infatti è altissima, così come la quantità di suoi amici/parenti/concittadini alternativamente coinvolti nel ruolo di vittime, indiziati o assassini.

Insomma, meglio starle alla larga, come dicono in molti.

Io invece la amo da anni: nessuno è bravo come lei nel ficcare il naso in cose che non la riguardano con la disinvoltura di una spia del Kgb e con una faccia tosta degna di Barbara D’Urso (con più classe ovviamente).

Penso che tutti abbiate visto almeno una puntata di questa eterna serie Tv, in onda alternativamente su Rai1 e Rete4 all’ora di pranzo, da almeno 20 anni. E dico ININTERROTTAMENTE (264 episodi in 12 stagioni ripetuti in loop).

Ormai la sottoscritta sa riconoscere una puntata ad occhi bendati semplicemente dai primi rumori della prima scena (non scherzo, è accaduto più volte veramente). Ma io sono una Fletcher Addicted, non faccio testo.

Chi è Jessica Beatrice Fletcher, arzilla insegnante di inglese che è passata dalle aule di scuola a quelle di tribunale con la stessa disinvoltura con cui un circense vola da un trapezio all’altro?

Jessica Fletcher è all’apparenza una dolce e paffuta cinquantacinquenne (portati male, lo ammetto) di Cabot Cove, nel Maine.

Rimasta vedova del povero Frank, si butta a capofitto nella scrittura di libri gialli che, grazie allo zampino del nipote Grady Fletcher, vengono pubblicati diventando dei best seller e consacrando Jessica fra le migliori gialliste del Paese.

Inizia così una serie di avventure che la vedono protagonista come investigatrice in grado di risolvere qualsiasi delitto le si presenti davanti.

Ok, la trama è più o meno nota a tutti.

Vi sveleremo ciò che è meno noto, ossia i segreti più sordidi della serie più amata delle nonne di tutto il Mondo!

Tenetevi forte…si parte (se siete uomini toccatevi pure dove sapete, non si sa mai…)!!!


CABOT COVE LA SIGNORA IN GIALLO

Jessica Fletcher vive in una graziosa villetta costruita insieme al marito Frank al n° 698 di Candlewood Lane a Cabot Cove, nello stato americano del Maine.
Dove si trova Cabot Cove? Semplice: non esiste. E’ un luogo inventato. L’abitazione che è stata scelta come casa della scrittrice, invece, esiste davvero: si tratta del Blair House Inn, un B&B tuttora in attività nella località di Mendocino, California.
Qualcosa mi dice che partirò presto per la California…!


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

In 12 anni continuativi di riprese, Jessica Fletcher ha scritto 25 libri, mentre Angela Lansbury, a quattro mani con lo scrittore americano Donald Bain, ha realizzato più di 20 libri ispirati alle vicende della serie.Chiamatemi anziana, ma io li ho tutti nella mia libreria.


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

Negli anni ’80 la televisione britannica lanciò il personaggio di Miss Marple (dai libri di Agatha Christie). I suo successo portò la CBS a realizzare un primo lungometraggio per il piccolo schermo, “Mistero caraibico”, e poi una nuova serie tv investigativa: fu così che nacque la Signora in Giallo.


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

Angela Lansbury volle essere sicura, prima della firma del contratto, che nel telefilm non ci fossero scene cruente di sangue, incidenti automobilistici o immagini di violenza gratuita.


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

Jessica Fletcher non ha la patente: gira in sella a una graziosa bicicletta o scrocca passaggi a chiunque incontri. La cosa fece molto felice Angela Lansbury in quanto questo presupponeva che non fossero mai previsti inseguimenti automobilistici che la includessero.


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

Prima che alla Lansbury, il ruolo di Jessica Fletcher fu proposto a Jean Stapleton, attrice statunitense nota per l’interpretazione di Edith Bunker nella serie tv Arcibaldo, la quale, tuttavia, rifiutò


Seth Hazlitt - La Signora in GIallo

Vi ricordate il comandante Matt Decker in Star Trek? Era interpretato da William Windom che, ne La Signora in Giallo, diventa il saputo dottor Seth Hazlitt, il medico della città di Cabot Cove. I produttori infatti volevano fare interagire regolarmente Jessica con una figura intellettuale in mezzo allo zoticume di Cabot Cove


Boardgame Murder She Wrote

Forse non tutti sanno che è stato prodotto anche merchandising ispirato alla serie: due videogiochi (che ho personalmente provato…insomma, un po’ antiquati), un puzzle e un gioco da tavolo del 1985, predisposto per partite da 4 a 6 giocatori (che bramo da una vita, prima o poi sarà mio!)


La Signora in Giallo e Magnum PI

La massima popolarità della serie fu raggiunta fra il 1986 e il 1987 (durante la terza stagione). Nello stesso periodo invece la serie Magnum PI, alla settima stagione, era in crisi. Per questo motivo la CBS organizzò un crossover tra le due, confezionando una puntata in due episodi che cominciava sull’isola hawaiana di Oahu, col team di Tom Selleck in azione, e finiva in quel di Cabot Cove. Jessica però non rianimò il cadavere della serie di Magnum, che chiuse


LA SIGNORA IN GIALLO VIDEOGAME

La settima stagione della Signora in giallo vide un calo degli ascolti. Angela Lansbury divenne il produttore esecutivo del telefilm e rinnovò il team, arruolò alcuni suoi parenti nel gruppo di produzione (i soliti favoritismi) e spostò le riprese a New York, dando alle storie una vena moderna e urbana con picchi di tecnologia: Jessica diventa una nerd in erba, imparando ad usare il computer e diventando la protagonista di videogiochi e preistoriche realtà virtuali


La Signora in Giallo - Jessica Fletcher

Una puntata della Signora in Giallo, “Omicidio tra Amici”, è direttamente ispirata alla serie, di successo in quegli anni,“Friends”


CPURTNEY COX LA SIGNORA IN GIALLO

Tanti gli attori famosi che hanno partecipato alla serie. Personaggi, alcuni al tempo ancora poco noti ed acerbi, poi diventati star, come Joaquin Phoenix (Il Gladiatore), George Clooney (non c’è bisogno di dire nulla), Courtney Cox (Friends), Jonathan Brandis (It, La Storia Infinita2), Billy Zane (Titanic), Bryan Cranston (Breaking Bad), Linda Blair (L’Esorcista).
Per non parlare poi di Tom Bosley, celebre per la parte del padre di famiglia in Happy Days, che veste i panni dello sceriffo Amos Tupper, personaggio ricorrente della serie

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *