Batmobile Story

Una nuova versione della Batmobile è in arrivo sulle pagine dei fumetti: sarà la vettura guidata da Batman nella miniserie Batman: White knight.
L’auto apparirà sugli albi DC Comics di prossima uscita, per questo evento editoriale firmato Sean Gordon Murphy.
L’autore, che ama utilizzare e curare l’aspetto delle vetture protagoniste dei suoi fumetti, ha dichiarato:

 

Volevo che la mia Batmobile fosse una via di mezzo tra una tumbler e una macchina sportiva, così che potrete vedervi elementi sia di una Ferrari che di una Humvee.
Questa è una Batmobile molto differente, ma a prescindere da tutto, volevo mantenere alcuni elementi classici: volevo che avesse lo stesso profilo della Batmobile di Michael Keaton.

Ecco alcuni disegni della nuova versione dell’auto del Crociato Incappucciato:

 

 

Ma la storia della Batmobile ci ha regalato una lunga serie di vetture, il cui stile si è evoluto col tempo e con il gusto estetico del periodo storico.
Gusto estetico più o meno condivisibile…
Non essendo Batman un eroe dotato di superpoteri, non potendo egli volare o correre superveloce, l’auto è sempre stata uno dei suoi mezzi di trasporto favoriti ed una costante nelle storie ambientate a Gotham City e dintorni.
Ed è immediatamente divenuta uno degli aspetti più attesi, ammirati e/o criticati nelle apparizioni del Cavaliere Oscuro, in qualsivoglia formato mediatico. Ormai è un supercomputer su ruote, ma non è sempre stato così.
Passiamo in rassegna gli esemplari più caratteristici.

Batmobile 1939

Anche se il nome “Batmobile” vero e proprio comparirà per la prima volta solo su Detective Comics #48 nel 1941 (sapevate che la collana Detective Comics ha dato il nome alla casa editrice DC?), Batman fa il suo esordio fumettistico su Detective Comics #27 nel 1939, in piena Golden Age dei fumetti e subito si mette alla guida della “sua macchina”.
Una rossa e normalissima berlina  (per l’epoca) che oggi, a distanza di quasi 80 anni, ci sembra tutt’altro che normale! Un momento: ho detto rossa? Già.
E senza alcun bat-segno e senza nessuna modifica sostanziale.

Elegante e raffinata come solo le auto degli anni ’30 possono essere, non fa di sicuro pensare che il proprietario sia un tizio che se ne vada in giro vestito da pipistrello.

batmobile 1939

Batmobile 1940

Bruce Wayne (sì, è lui che si cela sotto il cappuccio di Batman!), decide in fretta di adattare l’auto allo stile del personaggio mascherato.
Ed ecco che, già nel 1940, la colorazione passa al nero, decisamente più in linea con il guardaroba di casa Wayne, ma la pur sempre elegante linea della Batmobile, viene ‘ingentilita’ da un’enorme ala di pipistrello sul tetto.
E fin qui è ancora tutto relativamente accettabile.
Il tocco di classe è la testona di chirottero che spunta sul davanti e funge, presumibilmente, da divora-zanzare in autostrada.
Al più famoso cittadino di Gotham non è mai piaciuto passare inosservato!

batmobile 1940

Batmobile 1943

Nel 1943 Batman esordisce al cinema con una serie di 15 corti in bianco e nero, della durata di circa un quarto d’ora ciascuno (permeati da vari riferimenti ad un certo sentimento anti-giapponese, visto il momento storico), ed ecco la prima Batmobile su pellicola.
Brusco ritorno alla realtà: non disponendo di troppi mezzi economici e di esperti carrozzieri, la produzione opta per una macchina di serie: una Cadillac serie 61 convertibile del 1939, di colore nero.
Una Cadillac che Bruce Wayne usava anche come auto di tutti i giorni: che taccagno!
(Per la serie: nessuno sospetterà mai che sono Batman, se giro con la Batmobile anche da privato cittadino…)

batmobile 1943

Batmobile 1950

Negli anni ’50, sulle pagine dei fumetti, tornano l’ala ed il testone di pipistrello.
Sopra un’auto leggermente più sobria, senza strisce rosse, ma con una grossa lampada sul tetto: come la Giulietta dei Carabinieri degli anni ’80.

Batmobile 1950

Batmobile 1966

Momento di commozione.
Batman diventa un film ed una serie tv.
Serie tv storica, con Adam West in calzamaglia grigia e maniglie dell’amore sui fianchi.
Ma con la regina di tutte le Batmobili: la più elegante, la più stilosa.
Futuristica, ma credibile, tanto che se non fosse stato per le applique a forma di pipistrello rosso, sarebbe potuta diventare la macchina per le parate di un qualche Re (sì, beh, magari Re Tut, direttamente da quegli stessi telefilm)!
Ah, quel postbruciatore fiammeggiante di indiscutibile classe, che neanche alle gare di dragster!
Le sue manovre, accelerate ad arte in “post-produzione” per farla sembrare più veloce, le davano un tono un po’ ridicolo in certe sequenze televisive, ma ogni volta che Batman esclamava “Alla Batmobile!” erano attimi di gioia!
Questa leggendaria quattroruote è nata da una concept car, la Ford Lincoln Futura del 1955, progettata dal Centro Stile Ghia di Torino.
Lo stile Italiano vince sempre, Carrozzeria Ghia batte Wayne Enterprises: 3 a 0!

batmobile 1966

Batmobile 1973

Batman a cartoni animati (Super Friends o Super Amici in Italia) porta in dote un restyling della Batmobile anni ’60.
Cambia il colore, spariscono i pipistrelli rossi, la sirena rossa ed i tubi di scappamento supplementari dietro i sedili (che fungevano anche da lancia-petardi antifurto, come visto nel celebre episodio in cui Riddler tenta di rubare l’auto).
Linee più semplici ed un deciso passo indietro nell’evoluzione.

batmobile 1973

Batmobile 1989

Arriva Tim Burton e Batman torna al cinema in grande stile.
Un ottimo Michael Keaton impersona Bruce Wayne, mentre la Batmobile compie un convinto salto nella tamarraggine!
Stile retrò, modernizzato, incattivito e sborone.
Un nero totale, perfetto per uscire la sera, su un muso allungato a contenere il motore a reazione, con tanto di turbina.
I lettori di fumetti erano pronti da tempo a questo nuovo look più oscuro, già introdotto nelle storie  dell’Uomo Pipistrello da Frank Miller.
Da segnalare, ad opera sempre di Miller nel 1986, anche il BAT-ATAT (Bat-All-Terrain-Armoured-Transport), ossia un carro armato vero e proprio, che poco ha a che vedere con il concetto di automobile.
La Batmobile dei Burtoniani Batman e Batman returns di fine anni ‘80, è la vettura più affascinante mai guidata dal Crociato Incappucciato, dopo quella anni ’60.

batmobile 1989

Batmobile 1992

Ancora una serie a cartoni animati (intitolata, in un impeto di originalità, Batman: The Animated Series) ed una nuova Batmobile, derivata da quella degli ultimi film, ma notevolmente più asciutta nelle linee. Oserei dire spartana.
Ma non per questo meno affascinante, anzi: la riprogettazione ci regala una delle versioni più semplici, ma più efficaci dell’auto di Batman.
Non ci stupiremmo di vederla girare realmente sulle strade.

batmobile 1992

Batmobile 1995

Il disastro Batman Forever di Joel Schumacher.
Sia il film, che la Batmobile.
Una specie di pesce con tanto di branchie e di aculei: forse sarebbe andata meglio come Aquamobile, l’auto per i giorni in cui Aquaman decide di fare il bullo nei bassifondi di periferia.
Più simile alla Mean Machine #00 di Dick Dastardly, nelle Wacky Races, che all’idea di auto di Batman.

batmobile 1995

Batmobile 1997

Altra disgrazia cinematografica è stato il successivo Batman & Robin, sempre di Schumacher; un po’ meno disgraziata la Batmobile.
Sempre sulla lunghezza d’onda della precedente, ma un minimo più elegante.
D’altronde, ricordiamocelo tutti, c’era George Clooney a guidarla.
Ci piacerebbe dimenticarlo, eh?

batmobile 1997

Batmobile 2005

Brusco cambio di stile: si passa al realismo spinto, al tattico militare per il Tumbler della trilogia cinematografica del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan, con Christian Bale nei panni di Batman.
Un mezzo che non ha alcunchè di raffinato e stiloso; è solo quello che deve essere: un veicolo adatto a tutto, a prendersi missilate addosso, a saltare sopra le auto che gli sbarrano la via con una tenuta di strada davvero invidiabile. Che serve sempre, quando si scorazza per le buie strade di Gotham City a 160 mph.
Nato come prototipo delle Wayne Enterprises ed abbandonato in fase di sviluppo, questa sorta di tartaruga corazzata con le ruote, attira l’attenzione di Bruce, di ritorno dal suo addestramento in Bhutan, che la rilancia come vettura ufficiale del suo alter ego.
Dire che sia bella è troppo, ma ha quel certo non so che.

batmobile 2005

Batmobile 2015

Anche nel mondo dei videogiochi Batman ha il vezzo di scegliersi un’auto per ogni sua comparsa.
Per il gioco Arkham Knight, ha bisogno di una nuova quattroruote, che la precedente l’ha distrutta.
Magari con le quattro ruote che girano, individualmente, di 360°.
Un po’ difficile da guidare sulle strade di tutti i giorni, ma non per Bruce Wayne! I corsi di guida sicura, che si è profumatamente pagato, saranno pure serviti a qualcosa.

batmobile 2015

Batmobile 2016

Ed ecco l’ultima nata: la Batmobile della più recente incarnazione dell’Uomo Pipistrello, nel film Batman v Superman, vista di sfuggita anche in Suicide Squad, entrambi del 2016. E che vedremo, lievemente modificata, anche in Justice League, a novembre 2017.
Sempre molto virata al militaresco, ha un design decisamente più aggraziato della precedente versione cinematografica.  Particolare l’apertura del tettuccio/portiera-sdoppiata. Ovviamente super rinforzata per resistere agli urti con altre auto, camion, barche o figli di Krypton.

batmobile 2016

Batmobile Lego 2017

In The Lego Movie il personaggio più spassoso è indubbiamente Batman. Inevitabile che si guadagnasse un film tutto per se.
Inevitabile anche la creazione di una Batmobile, davvero rilevante, costruita coi celebri mattoncini danesi!

 

Qual’è la vostra Batmobile preferita?

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *