Il film sul Joker si farà: scopri 10 curiosità sull’arcinemico di Batman!

JOKER joaquin phoenix

Il film su Joker è stato ufficialmente confermato, le riprese cominceranno a settembre 2018 e la parte dello psicopatico col senso dell’umorismo sarà interpretata da Joaquin Phoenix.

Si stima siano oltre 250 le produzioni che includono il Joker, il più popolare villain della DC Comics, come protagonista.
Compresi film d’animazione e live-action, serie televisive,  libri e videogiochi.
Ed i film di Batman con il Clown sono, in genere, i più riusciti.
Sul grande schermo, hanno indossato il caratteristico vestito viola: Jack Nicholson in Batman di Tim Burton (1989), Heath Ledger ne Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan (2008), Jared Leto in Suicide Squad di David Ayer (2016).
In tv il primo è stato Cesar Romero, nella serie Batman degli anni ’60.
In Gotham il personaggio non puo’ chiamarsi Joker per questioni di diritti: si chiama Jeremiah Valeska ed è interpretato da Cameron Monaghan.
Il prossimo Joker al cinema sarà quindi, ufficialmente, Joaquin Phoenix, in un film che narrerà le origini del personaggio e sarà diretto da Todd Phillips.

Ecco 10 curiosità su questo bizzarro, inquietante, disturbante e (talvolta) divertente personaggio!

  1. Joker fa la sua prima apparizione nei fumetti, su Batman #1, del 25 aprile 1940, poco dopo il debutto dell’Uomo Pipistrello su Detective Comics #27, del maggio 1939.
    Creato da Bill Finger, Bob Kane e Jerry Robinson, originariamente doveva morire alla sua seconda apparizione cartacea.
    Creduto morto, fu abbandonato a terra da Batman e Robin, dopo che il cattivo si era accidentalmente pugnalato da solo. Ma si intuirono le potenzialità del villain e si pensò che la sua morte fosse uno spreco.
    Si utilizzò, quindi, una tavola disegnata in fretta e furia per suggerire che fosse ancora vivo.
    JOKER 01
  2. L’ispirazione per il personaggio venne ai suo creatori dopo aver visto il film L’uomo che ride (The Man Who Laughs) (1928).
    In questa pellicola, tratta da un romanzo di Victor Hugo, Gwynplaine, figlio di un Lord inglese del XVII secolo, viene sfigurato da una gang di fuorilegge.
    Le sue labbra vengono aperte ed il suo viso assume l’espressione di un perenne, inquietante, sorriso.
    Le caratteristiche del viso del Joker vennero modellate a partire da una foto di Conrad Veidt, l’attore che impersonava Gwynplaine.
    JOKER 02
  3. Durante l’evoluzione dell’Universo DC, le interpretazioni e le versioni del Joker hanno assunto due forme.
    L’immagine originale e dominante è quella di uno psicopatico estremo, con un’intelligenza di livello geniale e un senso dell’umorismo deformato e sadico.
    L’altra versione, popolare nei fumetti tra la fine degli anni ’40 e gli anni ’60 e per la serie televisiva degli anni ’60, è quella di un eccentrico ed innocuo ladro burlone.
    JOKER 03
  4. A partire dal 1951, quando Finger ha scritto una storia sulle origini criminali del Joker in Detective Comics #168, l’interpretazione più comune della sua genesi risale a quando si è camuffato da Cappuccio Rosso.
    Inseguito da Batman, il furfante cade in una vasca di sostanze chimiche che sbianca la sua pelle, colora i suoi capelli di verde e le labbra di rosso. E lo fa diventare pazzo!
    Le ragioni per cui il Joker si è camuffato da Cappuccio Rosso, e la sua identità prima della trasformazione, sono cambiate varie volte nel tempo.
    In una di queste (The Killing Joke) Alan Moore ci racconta di un comico fallito, che tenta di partecipare ad un colpo della gang del Cappuccio Rosso per garantire sicurezza economica alla moglie incinta (moglie che muore il giorno prima della rapina, contribuendo a  minare lo stato psichico del vedovo).
    JOKER 04
  5. Tuttavia, il Joker stesso dice che questo racconto potrebbe non essere vero e preferisce che il suo passato sia “a scelta multipla”.
    Nella graphic-novel The Killing Joke, Mr. J spara e paralizza Barbara Gordon e tortura suo padre, il commissario James Gordon.
    Tutto per dimostrare che basta solo una brutta giornata per far impazzire un uomo normale.
    Batman, dopo che ha salvato Gordon e soggiogato il Joker, si offre di riabilitare il suo vecchio nemico e porre fine alla loro rivalità.
    Il Joker rifiuta, ma mostra il suo apprezzamento condividendo una barzelletta con Batman.
    Che lo fa ridere!
    JOKER 05
  6. Dal bucare teste con le matite fino a sparare alle sue vittime a bruciapelo in faccia, il Joker ha commesso la sua giusta dose di omicidi nel corso degli anni.
    Sì, ma quanto ‘giusta’?
    Secondo The Joker: Devil’s Advocate, Joker avrebbe ucciso oltre 2.000 persone.
    Considerando che il libro è stato pubblicato parecchio tempo fa, sarebbe giusto dire che oggi siamo più vicini a 3.000.
    Questi sono i numeri degli omicidi a noi noti: che dire, però, delle persone che ha ucciso, ma i cui corpi non sono mai stati trovati?
    JOKER 06
  7. Da assassino a ladro, il Joker è un sacco di cose.
    L’unica cosa certa, però, è che non è un nazista.
    Nel crossover speciale del 1997 DC/Marvel Batman/Captain America, Teschio Rosso ingaggia Joker per rubare una bomba atomica.
    Il Clown pazzo consegna la bomba al Teschio, ma è inorridito nello scoprire che il suo datore di lavoro è, in realtà, un nazista.
    In una delle sue più grandi frasi di sempre, Mr. J dice: “Posso pure essere un pazzo criminale, ma sono un pazzo criminale americano!”
    Joker combatte il Teschio Rosso nella stiva dell’aereo, dando il tempo necessario a Capitan America e Batman di intercettare il velivolo, prima che raggiunga Washington e sganci il suo carico.
    JOKER 07
  8. La serie animata Batman del 1992 ha introdotto una partner femminile del Joker (qui doppiato da Mark Hamill, il Luke Skywalker di Star Wars): Harley Quinn.
    Harleen Frances Quinzel è una psichiatra che si innamora del famoso ospite di Arkham, diventando la sua complice suprema.
    La relazione con Harley Quinn è totalmente paradossale. Anche se il Clown Principe del Crimine la tiene al suo fianco, la colpisce distrattamente  o intenzionalmente (per esempio, gettandola fuori da una finestra senza vedere se sopravvive).
    Harley lo ama, ma il Joker non ricambia i suoi sentimenti, rimproverandola perchè lo distoglie dai suoi piani.
    JOKER 08
  9. In To Laugh and Die in Metropolis (Superman #2, settembre 1987) Joker rapisce Lois Lane, distraendo Superman con un’arma nucleare.
    Alla domanda sul perché si sia recato a Metropolis, il Pagliaccio risponde semplicemente:
    “Oh Superman, perché no?”.
    JOKER 09
  10. Sulle pagine di Detective Comics #1 del 2011, Joker si è tagliato via la faccia dopo essere fuggito dalla prigionia.
    Perché? Chissà.
    Ma alla sua apparizione successiva aveva la sua pelle in decomposizione attaccata alla testa con una cinghia e degli ami da pesca.
    Per la gioia dei cosplayer del mondo!
    JOKER 10

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *