Tambù, la start-up tutta italiana per ideatori di giochi da tavolo!

Tambù giochi da tavolo boardgames

Oggi ho incontrato i ragazzi di Tambù, una start-up nel settore giochi da tavolo davvero promettente! Scopriamo tutto su come creare e produrre un boardgame con loro!

In questi ultimi anni, il mercato dei giochi da tavolo sta vivendo una seconda età dell’oro. Stiamo infatti assistendo ad un aumento vertiginoso di giochi di qualità proposti, di ludoteche e bar ludici aperti e di appassionati di dadi e meeple!
Aumentano, contemporaneamente, anche le persone che desiderano ideare e proporre un proprio gioco in scatola, ma spesso questo percorso è irto di ostacoli tecnici e pratici.
Molte volte, infatti, l’idea c’è, ed è anche buona. Il processo creativo si blocca però nel momento del testing, oppure della realizzazione pratica del prototipo del boardgame.
Siete anche voi in questa situazione? Non preoccupatevi! Da oggi il gioco si fa più semplice, complice la nascita di una nuova realtà italiana: Tambù.
Tambù è una start up di giovani talentuosi che permette agli autori di Card Games, Board Games e Comics di dare vita in modo semplice e immediato alle proprie opere e alle proprie idee.
Tambù offre, infatti, in un solo interlocutore, tutti i servizi che un creatore di boardgame cerca e necessita: consulenza grafica, traduzioni, testing, realizzazione di prototipi a basse tirature e a costi contenuti.


Sembra un sogno, ma è la realtà 🙂
Ho avuto il piacere di fare quattro chiacchiere con Davide Lo Presti, Amministratore Delegato di Tambù, per conoscere meglio questa realtà e tutte le sue potenzialità.
Ecco cosa mi ha raccontato!

Conosciamo i ragazzi di Tambù!

Ciao Davide, cos’è Tambù e di cosa si occupa?

Tambù è un portale di nuova generazione che permette agli autori di Card Games, Board Games e Comics di realizzare in modo semplice e immediato le proprie opere. Attraverso un unico sito, chiunque può prototipare, editare graficamente e stampare anche a basse tirature ad un costo contenuto. Sulla pagina web di Tambù, inoltre, l’autore può scegliere di usufruire di numerosi servizi utili quali: la consulenza di un editor grafico, la traduzione e il proofreading dei testi, il testing-reviewing da parte di influencer attivi nel settore, la vendita sull’e-commerce di Tambù, la distribuzione nelle ludoteche, la geolocalizzazione del prodotto e il supporto sia nel corso della campagna di lancio (es. Kickstarter) che nella ricerca di distributori e sponsor internazionali (editori)

Come è nata questa idea?

Tambù nasce per risolvere tutte le insidiose difficoltà che gli autori affrontano quotidianamente quando cercano di realizzare il proprio progetto.
Avendo collaborato in prima persona alla creazione di un gioco in scatola, ci siamo immediatamente resi conto della moltitudine di ostacoli e di costi inaspettati che emergono durante tutto il corso della produzione. Editing grafico, testing imparziali, promozione, stampa e distribuzione, sono stati tutti scogli da superare e che ci hanno portato via tempo prezioso da dedicare all’ideazione del gioco. Da questa esperienza abbiamo capito l’esigenza di creare un servizio come Tambù: un portale che metta al centro l’autore, che si occupi di tutti i servizi accessori e che lo aiuti a concentrarsi e dedicarsi esclusivamente al gameplay. Contiamo di rendere operativo Tambù da settembre 2018.

Tambù giochi da tavolo boardgamesRaccontami i pro e i contro di fondare una start-up

In generale, fondare una start-up spesso rappresenta una sfida che va oltre ogni aspettativa. Mio nonno mi diceva sempre che in passato bastavano “un carretto e un prodotto”, vendere era più semplice e immediato, passo dopo passo raggiungevi il tuo obiettivo e realizzavi il tuo sogno.
Oggi, invece, complice la complessità burocratica e la varietà di competenze richieste, fin da subito si è obbligati ad avere a disposizione denaro, tempo e soprattutto un team affiatato.
Più il progetto è grande e strutturato, più fondi sono necessari e più figure professionali sono coinvolte: tutto ciò aumenta notevolmente i rischi e le difficoltà iniziali.
La nostra fortuna è stata quella di aver trovato immediatamente collaboratori in gamba, capaci di mettere da parte il loro ego, credere nel progetto e mettersi al servizio di una start-up così ambiziosa. Creare il portale di Tambù ha visto la partecipazione di decine di esperti: equipe di avvocati, commercialisti, tributaristi, esperti in e-commerce, programmatori, sales, esperti di marketing, influencer, proprietari di ludoteche e tester, autori di giochi e fumetti, editori, grafici e molti altri.
Alla fine, però, l’impegno e la fatica hanno dato i loro frutti: la nostra gioia più grande è stata vedere uno dei nostri autori con gli occhi lucidi dopo aver visto per la prima volta il suo lavoro pubblicato! Riuscire a realizzare i sogni è per noi la soddisfazione più grande.


Tambù giochi da tavolo boardgames

Come sta andando il mercato dei boardgame in Italia? Quali sono gli scenari futuri per questo settore?

Il crowdfunding ha sicuramente cambiato il mercato mondiale del gioco in scatola riportandolo a nuova vita. Kickstarter in particolare, negli States, ha aiutato a togliere una delle numerose barriere di mercato dimostrando come le persone abbiano ancora moltissima creatività e cerchino solo un’occasione per mostrarla.
Come già detto, le barriere di accesso al settore dei Board Game sono ancora tante, ma ci stiamo avvicinando sempre più a compiere un nuovo salto che, attraverso un processo di semplificazione e di riduzione degli ostacoli d’ingresso, permetterà il raggiungimento di una vera e propria democratizzazione del gioco.
L’Italia è ancora indietro rispetto al mercato americano, ma questo probabilmente è un problema esteso a tutta l’Europa. Al momento, infatti, in Europa non esiste un mercato del gioco condiviso e unico, ed inoltre, barriere come lingua, burocrazia e costi rendono difficile creare le condizioni necessarie alla realizzazione di una produzione di scala che permetterebbe di adeguarci o addirittura di superare il business americano dei boardgame.
L’opportunità che si offre all’Italia in questo settore sarà quella di innescare il cambiamento iniziando a passare da un piccolo mercato, molto frammentato e dai bassi margini, ad un processo di internazionalizzazione che coinvolga tutta l’area europea.
In questo contesto, Tambù si sta muovendo tramite i suoi servizi di traduzione, logistica e delivery europea per aiutare il futuro del gioco sia in Italia che all’estero.


Quali sono i passi che deve compiere chi ha un’idea per un nuovo gioco in scatola?

In base alla nostra esperienza, esistono 3 fasi principali che l’autore di giochi deve affrontare per riuscire a realizzare al meglio il proprio progetto: Tambù è stato creato per sostenere ed aiutare i creatori nel corso di ogni fase.
La prima fase, o Stage Idea, richiede la creazione di un buon prototipo e il passaggio ad una fase di testing “non condizionato”, ovvero svolto in assenza del creatore del gioco. Realizzare almeno un centinaio di testing imparziali è essenziale, poiché permette di ottenere importanti feedback relativi alla user experience e migliorare il prodotto: solo quando si saranno ottenuti un minimo di 35 testing positivi consecutivi il gioco potrà considerarsi pronto per l’auto-produzione o per la presentazione ad un editore.
Nel corso di questo primo step, ad esempio, sarà possibile consultare il Tambù Editor grafico online (con centinaia di grafiche gratuite a disposizione) e realizzare il proprio prototipo con il Tambù Builder, stampando a basse tirature e ad un costo contenuto. Grazie al servizio di geolocalizzazione, poi, i prototipi potranno essere inviati alle ludoteche selezionate, che mettendoli a disposizione dei propri clienti, non solo inizieranno a costruire le prime community di appassionati, ma raccoglieranno preziosi feedback da inviare all’autore.
Successivamente, nella fase di Pre-order, il creatore dovrà formare una community solida in grado di sostenere e pubblicizzare il prodotto e cercare i suoi futuri potenziali clienti. Con Tambù al suo fianco questo potrà essere più semplice, gli autori, infatti, potranno commissionare la realizzazione grafica finale dei loro giochi agli esperti del portale e poi spedire copie a noti influencer e veder così promosso il proprio prodotto a innumerevoli followers tramite video-recensioni.
Infine, durante la delicata fase di Distribuzione, l’obiettivo primario del creatore sarà quello di cercare di rendere disponibile il gioco al maggior numero di persone, allargando il più possibile il proprio bacino d’utenza. Per gli autori i punti critici di questa fase sono molto spesso la produzione, la logistica, l’organizzazione della distribuzione del prodotto e la sua internazionalizzazione. Tutti scogli che la piattaforma e-commerce di Tambù aiuterà a superare sostenendo la diffusione nazionale ed europea dei giochi, per offrire ad ogni creatore la chance di far conoscere la propria opera.

Raccontami una case history di un gioco da voi supportato

Vi raccontiamo il caso di “SpeeDrone”. Davide Ardizzone, un ragazzo pieno di entusiasmo e capacità, ha avuto un’idea originale realizzando un gioco di carte ambientato in un futuro non molto lontano in cui i giocatori si sfidano in gare tra droni futuristici altamente equipaggiati.
Tra Tambù e l’autore di “SpeeDrone” è nata una bellissima e stimolante collaborazione i cui risultati saranno visibili da ottobre, quando il gioco verrà presentato in anteprima alla fiera di Spiel Essen, in Germania.
Prima di conoscere la nostra realtà, Davide aveva idee molto chiare sul gameplay, ma aveva purtroppo incontrato grandi difficoltà nel tentativo di realizzare una grafica di alta qualità contenendo i costi. Per venire incontro alle sue esigenze, Tambù ha deciso di sperimentare una strategia molto innovativa che, partendo dalla creazione di concept 3D per poi passare alla realizzazione grafica finale, ha permesso di risparmiare quasi un mese di lavoro abbattendo i costi, ma facendo aumentare al tempo stesso la qualità grazie alla base tridimensionale del soggetto di partenza.
Questa sfida ha dimostrato come sia possibile ottenere un ottimo prodotto, ad un costo accessibile.

Tambù giochi da tavolo boardgames
Qual è il gioco più strano che vi hanno proposto?

Il gioco più strano che ci hanno proposto è stato “Acquisti compulsivi”, un gioco di carte che ironizza sulla dipendenza dalle televendite. Clienti dipendenti dallo shopping televisivo sfrenato, che farebbero di tutto pur di accaparrarsi i prodotti più strani e insoliti, danno vita a situazioni assurdamente folli e incredibilmente sorprendenti. Il divertimento sarà assicurato, solo… attenti al portafoglio!

Qual è il tuo rapporto, e quello del tuo team, con il gioco?

Credo che il gioco sia un’esperienza molto personale, quindi ti parlerò della mia. Come molti bambini mi sono avvicinato al mondo del gioco fin da piccolo iniziando con lo storytelling: nel tempo libero costruivo con i miei amici case sull’albero e piccole “navicelle spaziali” dove ambientare storie di fantasia. Nel corso dell’adolescenza, poi, mi sono avvicinato ai giochi di strategia e al classico e intramontabile “Dungeons & Dragons”.
Board game e rpg sono sempre stati la mia passione: poter lavorare ora in questo settore è un sogno che si realizza!

Quali sono le tipologie di gioco che spopolano nel vostro ufficio?

Il nostro team si divide in appassionati di party game, veloci e divertenti, e in amanti di giochi di strategia da almeno 5 ore o niente: non abbiamo proprio mezze misure!

Tambù giochi da tavolo boardgames

Quali sono i vostri progetti per l’immediato futuro?

Al momento la realizzazione della piattaforma Tambù ci sta coinvolgendo giorno e notte: nel tentativo di creare il miglior portale di sempre del campo ludico dei giochi da tavolo e dei fumetti, non teniamo ormai più conto del tempo!
Nonostante ciò, stiamo continuando a studiare e lavorare per individuare format specifici di settore e per organizzare competizioni di card games e board games in grado di offrire maggiore visibilità ai numerosi talenti.
Molti di noi, infine, stanno già esplorando nuove strade per trovare potenziali punti d’incontro tra cartaceo e digitale in modo da poter avvicinare due mondi molto lontani, ma al tempo stesso incredibilmente vicini.
Tambù è un universo in continuo cambiamento ed evoluzione… seguiteci per ricevere future news!

Grazie a Davide per avermi fatto conoscere una realtà davvero interessante!
Se volete maggiori info in merito, i ragazzi di Tambù saranno ben contenti di soddisfare tutte le vostre curiosità. Ecco dove trovarli:

Pagina Facebook Tambù: https://goo.gl/ssvBaH
Sito web Tambù: http://tambu.pro/
Twitter Tambù: @tambupro

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *