8 Marzel: le 8 eroine Marvel da 8 Marzo

Marvel ha una galleria di eroine davvero degna di nota.
A dispetto di un’estetica con fisici che nemmeno il chirurgo plastico più fantasioso si sognerebbe mai e con vestiti più consoni ai peggiori strip-club di Caracas, vengono, invece, sempre dotate di personalità molto forti e decise, condite con molteplici poteri fuori dal comune, ed inserite in avventure per nulla da comprimarie.
Tanto che molte di queste donne sono delle leader del loro gruppo di appartenenza, o sono dei punti di riferimento assoluti.

  • Carol Danvers (Captain Marvel)
    Nata come ufficiale dell’aeronautica statunitense, quando ai piani alti della ‘Casa delle Idee’ si decise di implementare il loro Universo con una controparte femminile al primo Captain Marvel (ossia Mar-Vell, di cui Carol era innamorata), venne rivelato che la sua struttura genetica si era fusa, dopo un’esplosione di energia, con quello di Mar-Vell medesimo, creando un ibrido Kree/Uomo.
    Meglio dire: Kree/Donna.
    Captain Marvel vola a velocità fino a Mach 3, assorbe energia, emette raggi, cambia la struttura molecolare della materia.
    E sa parlare Kree e Skrull, che fa sempre comodo in caso di invasione aliena.
    Una vera e propria super-eroina, tra le più potenti dei fumetti.
    Presto la vedremo sullo schermo con le fattezze di Brie Larson: farà il suo esordio in “Avengers: Infinity War”.
    Poi avrà un film tutto suo.

  • Natasha Romanoff (Vedova Nera)
    Natalia Alianovna Romanova (detta Natasha), imparentata lontanamente con la dinastia imperiale russa, viene addestrata allo spionaggio fin da bambina.
    Sottoposta ad intensi allenamenti ed esercizi che lei crede, a causa di un lavaggio del cervello, siano parte dello studio necessario ad entrare come ballerina al Bolshoi.
    La Vedova Nera è un agente segreto tra i più temuti e famosi del mondo durante la Guerra Fredda ed entrerà poi nei Vendicatori per amore di Occhio di Falco. Agirà anche come agente dello S.H.I.E.L.D.: abilissima nelle azioni sotto copertura e nell’uso delle armi.
    Al cinema è Scarlett Johansson.

  • Jean Grey (Fenice)
    Potere illimitato.
    Telepatia, pirocinesi, potere di cambiare lo stato della materia, dello spazio e del tempo.
    E telecinesi che si manifesta con le sembianze di un uccello di fuoco, una Fenice, entità astrale alla quale è legata e che le conferisce molti dei suoi straordinari poteri.
    Naturalmente, come Fenice, puo’ far morire e rivivere se stessa o altri individui.
    È inferiore, a livello di potenza, al solo Supremo (che è un po’ come dire il dio del mondo Marvel).
    Compagna di Ciclope, ma anche innamorata di Wolverine, ha fatto girare la testa, con il ‘potere’ del suo fascino, praticamente a quasi tutti gli X-Men.
    Nella saga cinematografica dedicata ai mutanti, è interpretata da Famke Janssen.

  • Gamora
    È la donna più letale della Galassia.
    Figlia adottiva di Thanos, il folle Titano, che la cresce, molto poco gentilmente, con l’obiettivo di usarla per uccidere Magus.
    Desiderosa di vendicare lo sterminio della sua razza, di cui è l’ultima esponente, Gamora trova il modo di combattere contro il padre adottivo quando questi decide di distruggere l’Universo. Ah, le care, vecchie, simpatiche idee del buon Thanos!
    Alla sua morte, l’anima di Gamora viene assorbita in una delle Gemme dell’Infinito, la Gemma dell’Anima.
    Esperta di varie forme di arti marziali universali, imparate sui più disparati pianeti.
    Ha fatto il suo esordio cinematografico ne “I Guardiani della Galassia” assumendo le sembianze dell’attrice Zoe Saldana.

  • Wanda Maximoff (Scarlet Witch)
    Gemella di Pietro (Quicksilver), è dotata di particolari abilità nel campo delle arti magiche e del potere di alterazione della materia e dello spazio-tempo.
    Il suo punto debole è la non perfetta capacità di controllare i propri poteri che appaiono, perlopiù, illimitati.
    Wanda si unisce ai Vendicatori ed ha una storia d’amore con Visione, androide sintezoide creato da Ultron.
    Storia d’amore con un androide? Sì, ma sensibile.
    Nell’Universo Cinematografico Marvel è interpretata da Elizabeth Olsen.

  • Brunnhilde (Valkyrie)
    Ispirata direttamente dalle saghe mitologiche del Nord, alla guida delle Valchirie, cala sul campo di battaglia per scegliere i guerrieri degni di essere portati nel Valhalla.
    Forzata ad abbandonare Asgard, si reca sulla Terra e si unisce ai Difensori.
    Valkyrie non è una creatura immortale, ma si giova di un invecchiamento rallentato: percepisce l’avvicinarsi della morte di una persona.
    Si destreggia in combattimento con la sua spada, Dragonfang, in sella al suo fido destriero Aragorn (no, nessun crossover con il Signore degli Anelli).
    Debutterà sul grande schermo nel prossimo film “Thor: Ragnarok” e sarà impersonata da Tessa Thompson.

  • Elektra Natchios (Elektra)
    Di origine greca, con un’ infanzia tormentatissima, diviene una Kunoichi (ninja di sesso femminile).
    Non è dotata di superpoteri, ma le sue doti fisiche al limite del potenziale umano e le sue abilità nelle arti marziali e nell’utilizzo delle armi, la rendono assolutamente letale.
    Presterà spesso i suoi servigi ad organizzazioni malavitose, in qualità di sicaria e spietata assassina.
    Elektra incontrerà sulla sua strada l’avvocato Matt ‘Daredevil’ Murdoch, con il quale vivrà un amore passionale.
    Dimentichiamoci il film con Jennifer Garner, ricordiamoci della serie tv dedicata a Daredevil da Netflix, dove è interpretata da Élodie Yung.

  • Ororo Munroe (Tempesta)Figlia di una principessa kenyana e di un giornalista americano, Ororo veniva adorata, in Africa, come una dea a causa del suo potere mutante: il controllo del clima e degli elementi.
    Sposerà T’Challa, Re del Wakanda, altrimenti noto come Black Panther ed entrerà a far parte degli X-Men
    Tempesta è una delle prime eroine di colore della storia del fumetto ed una delle più potenti: tanto connessa col Pianeta Terra da determinare alcuni fenomeni atmosferici al variare del suo umore.
    Ha avuto spesso a che fare con Thor, dio del tuono di Asgard (per palese conflitto di interesse), ed è sempre stata in grado di tenergli testa.
    Al cinema è stata impersonata, nella saga dedicata agli X-Men, da Halle Berry.

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *