Buon compleanno Wolverine!

wolverine 0

Hugh Jackman, il Wolverine cinematografico, compie oggi 50 anni: tanti auguri, vecchio Logan!

Per celebrare le 5 decadi sulla Terra di Jackman, parliamo del suo personaggio ed andiamo a scoprire un po’ di curiosità sul…ghiottone!

 

  1. James Howlett, il secondogenito di Elizabeth e John Howlett vede la luce nell’Alberta, provincia occidentale del Canada, intorno al 1884.
    La forte somiglianza con il giardiniere di casa Howlett, Thomas Logan, fa sorgere più di un sospetto sulla vera paternità di James…che infatti verrà chiamato Logan.
    wolverine 08
  2. Logan è alto solo 1 metro e 60 cm circa, per un peso di 88kg (dici che è sovrappeso? Eh, diglielo tu, però…).
    Ma senza scheletro di adamantio.
    Dopo questo upgrade, arriva a pesare 136 kg.
    wolverine 01
  3. Wolverine deve il suo soprannome ad un animale: il wolverine, appunto, volverina o ghiottone, in italiano.
    Ecco una descrizione del carnivoro diffuso in Canada e Siberia:
    “Il ghiottone ha un aspetto tozzo e robusto, con zampe corte e forti dalla pianta larga, che gli consentono di correre nella neve senza affondarvi: ciascuna zampa possiede cinque dita, ognuno dei quali è sormontato da un artiglio lungo e ricurvo, semi-retrattile”.
    Ricorda qualcuno?
    wolverine 02
  4. Un tipico essere umano è alto 7.5 volte la lunghezza della sua testa, perciò la testa di Wolvie è 22.8 cm; il rapporto testa:avambraccio è 1.25, il che significa che il suo avambraccio è 28.5 cm.
    I suoi artigli non possono essere lunghi più di 28.5 cm (l’abbiamo visto più volte: puo’ piegare le braccia!)
    In una vecchia card illustrata della Marvel, si dice, invece, che sono lunghi 45.2 cm.
    Qualcosa non torna: Logan dovrebbe essere alto 2,71 metri per rispettare le proporzioni di cui sopra!
    wolverine 03
  5. Lo scheletro di Wolverine è stato fuso con il metallo per gentile concessione del Progetto Arma X, un ramo governativo segreto dedicato a potenziare i superumani. Logan era il candidato ideale  a causa della sua naturale mutazione, poichè grazie al suo fattore di guarigione  sarebbe stato in grado di sopravvivere al processo.
    wolverine 04
  6. Gli artigli stessi fanno parte della sua mutazione originaria, insieme al suo fattore di guarigione, ai sensi intensificati, alla maggiore forza e resistenza e all’empatia animale.
    Gli artigli di Wolverine sono originariamente artigli ossei completamente retrattili.
    wolverine 05
  7. Quando gli artigli saltano fuori, in realtà stanno tagliando la pelle delle  mani di Wolverine.
    Il suo fattore rigenerante si prende cura di quelle ferite minori quasi immediatamente.
    E lui non è proprio il tipo da mettersi a piagnucolare su quanto fa male quando è a pochi secondi dal prendere a calci un deretano.
    Questo non gli impedisce di sentire il dolore nel momento in cui si lacera la pelle, però.
    Quando il suo fattore di guarigione è stato indebolito, in passato, abbiamo visto sanguinamento e dolore estremi al momento dell’uscita degli artigli.
    Questo potrebbe essere il motivo per cui tende ad usarli  solo come armi, piuttosto che, per esempio, come apriscatole!
    wolverine 06
  8. Anche se sappiamo che gli artigli di Wolverine sono in realtà parte della sua struttura ossea (e che li ha sempre avuti), non erano immaginati così fin dall’inizio.
    I suoi creatori originali Len Wein (scrittore) e John Romita (artista) li pensarono come parte della sua tuta, negli anni ’70.
    Nei primi disegni, i suoi artigli sono attaccati ai guanti.
    Al polso, per essere precisi…
    Oltretutto, diverse storie hanno sostenuto l’idea che gli artigli non facessero parte delle sue capacità mutanti.
    wolverine 07
  9. È stato anche suggerito che l’adamantio fuso con il suo scheletro abbia anche iniziato a connettersi ai suoi tendini, rendendo impossibile strappare gli artigli dal tessuto circostante. In sostanza, Wolverine non può mai essere disarmato.
    Sicuro?
    In un universo alternativo, Gladiator è riuscito a strappare uno dei suoi artigli (in Wolverine v Gladiator: Galactic Guardians # 1), e nel classico Universo Marvel, Steve Rogers è stato in grado di applicare tanta forza alle braccia di Wolverine da costringerlo a ritrarli.
    Magneto ha usato il suo potere mutante per strappare l’adamantio dal corpo di Wolverine.
    Infine, nel film Wolverine – L’immortale, Silver Samurai riesce a tagliare gli artigli con una spada di adamantio.
    wolverine 10
  10. L’esordio di Wolverine nei fumetti avviene su Incredible Hulk #180 dell’ottobre 1974 ed è solo un cameo.
    Hulk passa il confine canadese ed un comandante militare intima: “Mobilitate l’Arma X!”.
    Il “posteriore di smeraldo” del Gigante Verde verrà presentato a questa misteriosa Arma X sull’ultima pagina dell’albo (la conoscenza vera e propria, tra i due, avverrà sul #181).
    wolverine 11
  11. Wolverine viene dirottato sulle pagine di Uncanny X-Men, serie che stava arrancando vistosamente pubblicando solo ristampe, nel 1975.
    Le buone vendite del numero con l’Arma X consentirono di ripubblicare storie inedite sui mutanti a partire dal #94.
    Wolvie ha davvero salvato gli X-Men!
    wolverine 13
  12. Nel 1996, viste le tremende condizioni finanziarie in cui versava la Marvel, ci si inventò uno di quei crossover che fanno ridere le gente per almeno 22 anni.
    Star Trek / X-men è il titolo di un albo a fumetti in cui i mutanti incontrano l’equipaggio dell’Enterprise.
    Wolverine se la prende con Spock. E le prende.
    wolverine 14
  13. Ah, lo scheletro di Wolverine non è di adamantio propriamente detto.
    Come cosa? Ma fino ad ora cos’hai scritto?
    È necessario fare una precisazione, a questo punto: lo scheletro dell’Arma X è composto di adamantio sì, ma ‘beta’.
    L’adamantio originale fu creato, quasi casualmente, negli anni ’40 dal metallurgista Myron MacLain, il quale lo consegnò al Governo USA che poi lo affidò a Captain America, perchè lo usasse come scudo.
    L’adamantio beta è stato creato dal processo che ha rivestito in adamantio primario le ossa di Wolverine: il fattore di guarigione di quest’ultimo, infatti, ha alterato la struttura molecolare dell’adamantio aggiungendo il calcio delle ossa agli altri composti metallici che ne compongono la formula. Il metallo così creato rimane indistruttibile ma non interferisce con i processi ossei biologici.
    wolverine 15
  14. Dopo circa 135 anni di vita, Wolverine ha incontrato il suo creatore nel 2014. Un virus senziente  ha cancellato il suo fattore di guarigione e lui ha dovuto iniziare ad indossare un’armatura per proteggersi.
    Il dottor Cornelius, del progetto originale Arma X, stava pianificando un nuovo gruppo di Armi X ed aveva bisogno dei poteri curativi di Wolverine per aggiungerli all’adamantio. Nello scontro tra i due, Cornelius versò una vasca di adamantio fuso su Wolverine, ricoprendolo e soffocandolo a morte.
    Morte per adamantio.
    wolverine 17
  15. Hugh Jackman è l’attore che ha impersonato un supereroe per il maggior numero di volte, sul grande schermo.
    È stato Wolverine in 9 differenti film, a  parire da X-Men, nel 2000, fino a Logan, nel 2017.
    wolverine 16

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *